RUNNING TRAIL
MEDIUM

In questa sezione potrai analizzare e scaricare i percorsi adatti ad escursionisti abituali

List   

Information
Click following button or element on the map to see information about it.
Lf Hiker | E.Pointal contributor

Giro della Rocca dell'Avia   

Profile

50 100 150 200 5 10 15 Distance (km) Elevation (m)
No data elevation
Name: No data
Distance: No data
Minimum elevation: No data
Maximum elevation: No data
Elevation gain: No data
Elevation loss: No data
Duration: No data

Description

Punto di partenza e di arrivo di questo itinerario ad anello è il parcheggio di Castagnabanca raggiungibile dalla frazione Verzi. E’ un percorso nel verde dove si cammina tra i cespugli di erica arborea e, dopo soli 10 minuti di cammino, appare quasi dal nulla questo imponente torrione quarzitico: la Rocca dell’Aia, detta anche Rocca dell’Avio; a distanza appare inaccessibile, ma una volta giunti alla base ci si accorge che partono numerose vie di arrampicata dai nomi più fantasiosi come: La via “dei camini”, la via delle “capre volanti” o ancora quella “del guardiano dei fauni”. Lungo il sentiero del ritorno vi sono vari punti panoramici per ammirare al meglio e fotografare dall’alto, la città di Loano.

Maremontana K25 1°parte   

Profile

50 100 150 200 5 10 15 Distance (km) Elevation (m)
No data elevation
Name: No data
Distance: No data
Minimum elevation: No data
Maximum elevation: No data
Elevation gain: No data
Elevation loss: No data
Duration: No data

Description

Questo itinerario è il percorso “facile” della gara di trail Maremontana. Dopo essere passati ai piedi dell’imponente Convento di Monte Carmelo, transitiamo davanti alla Chiesetta di Nostra Signora della Mercede, conosciuta localmente come Chiesa delle Rolandette, per intraprendere la mulattiera, costeggiata da ulivi, che porta fino al punto panoramico del sagrato della Chiesa di San Damiano. Immersi nella macchia mediterranea raggiungiamo un punto di rifornimento acqua nella Borgata Santa Libera a Ranzi dopo di che il percorso prosegue attraverso una vegetazione più fitta costituita soprattutto da pini, querce ma anche da lecci, faggi, castagni e noccioli e nelle stagioni adatte è anche probabile raccogliere qualche fungo. Superato il cosiddetto Colle delle Pere si possono ancora vedere i resti di trincee utilizzate in varie epoche sino all’ultimo periodo bellico e poi giungere così alla zona collinare di San Martino (m. 450), fin dall’antichità considerata luogo sacro in quanto necropoli paleo-cristiana.

Sentiero del balcone   

Profile

50 100 150 200 5 10 15 Distance (km) Elevation (m)
No data elevation
Name: No data
Distance: No data
Minimum elevation: No data
Maximum elevation: No data
Elevation gain: No data
Elevation loss: No data
Duration: No data

Description

Sentiero che partendo dalla piazza centrale della frazione di Verzi (m. 180 s.l.m.) permette di compiere un percorso circolare in quota. Raggiunta la Borgata Chiesa, per comodo sentiero si sale ad un colletto, superata sulla destra la Chiesa di San Martino poco dopo si giunge al “Cabanun” una delle più grandi caselle del circondario. Per sterrate e sentieri eccoci al rifugio “Pian delle Bosse” m. 841 di proprietà del CAI Loano aperto tutto l’anno con possibilità di ristoro e pernottamento. L’itinerario prosegue verso ponente mantenendo una quota costante, con scorci sulla costa e la Rocca dell’Aia e dopo il superamento del Rio Fissone, piega decisamente verso il mare, in questo tratto maestosi faggi lasciano gradualmente spazio alla macchia mediterranea, e non mancano notevoli punti panoramici sull’entroterra loanese con vedute sino al Golfo del Tigullio. Con un tratto in discesa in una pineta si raggiunge la Chiesetta di Santa Libera, tornando al punto di partenza per strade secondarie.

Giro del Monte Carmo   

Profile

50 100 150 200 5 10 15 Distance (km) Elevation (m)
No data elevation
Name: No data
Distance: No data
Minimum elevation: No data
Maximum elevation: No data
Elevation gain: No data
Elevation loss: No data
Duration: No data

Description

tinerario notevolmente appagante dedicato agli escursionisti che non temono di fare un po’ di fatica in più per esplorare al meglio il territorio. Partendo da una quota di poche centinaia di metri s.l.m nella frazione di Verzi, si può raggiungere la prima vera cima “alpina” delle Alpi Liguri sovrastata da una grande croce che guarda il mare di Loano. Dalla vetta si gode di un panorama naturalistico di inestimabile bellezza che in giornate favorevoli, può spaziare dalla Corsica al Monte Rosa. Agevolati da una tavola di orientamento si ridiscende dal versante nord più boscoso del Monte Carmo, fino ad intercettare una sterrata in corrispondenza del Giogo di Giustenice. Da qui un comodo sentiero permette in breve tempo di raggiungere il Rifugio Pian delle Bosse (m.841), non prima di aver fatto un tuffo nel passato costeggiando antiche neviere ancora ben conservate. Dopo un provvidenziale ristoro, ci si dirige in ripida discesa verso il punto di partenza dopo aver toccato la zona parcheggio auto denominato “Castagnabanca”.
Back